Niente nozionismo nelle prove d’esame
-----
Nonostante il DPCM del 23 dicembre 2015 avesse autorizzato ben 5.118 posti di potenziamento, adesso si scopre che sono confluiti tutti sui posti comuni e di sostegno perché sarebbe stato difficile strutturare un concorso ad hoc per “insegnanti potenziatori”. Dunque nei prossimi bandi non si accennerà più al potenziamento ma saranno indicati i posti comuni e di sostegno come appresso:

  Prima (DPCM)             Ora


Posti comuni


52.828
Infanzia: 6.933
Primaria: 17.299
I grado: 15.641
II grado: 17.232
Totale: 57.105


Sostegno


5.766
Infanzia: 304
Primaria: 3.799
I grado:975
II grado:1.023
Totale: 6.101
Potenziamento 5.118 0
TOTALE 63.712 63.206 (*)

...
(*)
+506 posti relativi a tutti i gradi di istruzione che saranno banditi sulla nuova classe
di concorso A023 / L2 per stranieri.
TOTALE COMPLESSIVO: 63.712

Di fatto adesso, per bandire i concorsi manca solo la pubblicazione in G.U. del regolamento sulle nuove classi di concorso e gli stessi tre bandi distinti per posti infanzia+primaria, secondaria e sostegno, più quello relativo alla nuova classe di concorso: l’insegnamento dell’italiano come seconda lingua, per rispondere ai problemi della presenza di studenti non italiani.
Se già a fine mese di aprirà la piattaforma per la partecipazione al/ai concorso/i (validità: 30 giorni), resta plausibile la prova scritta [computer based: 6 quesiti a risposta aperta in lingua italiana e 2 quesiti a risposta chiusa in lingua straniera; tempo massimo: 150 minuti] fissata per il mese di aprile con prova orale [lezione simulata (durata massima: 35 minuti) + colloquio (durata massima: 10 minuti) compreso lo spazio da destinare alla conversazione in lingua straniera per accertare il livello di competenza corrispondente al B2 del QCER] a luglio.
Recuperando le osservazioni ed i suggerimenti del CSPI il MIUR assicura: niente nozionismo nelle prove d’esame. Di conseguenza ci si aspetta un accertamento delle competenze culturali e professionali dei docenti attraverso quesiti centrati sulle abilità metodologiche e didattiche relative all’insegnamento, conoscenze psico-pedagogiche, conoscenza degli ordinamenti, dell’organizzazione e del funzionamento della scuola.

Fonte:CERIPNEWS


Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie! Cliccando qualsiasi link su questa pagina si auorizza l'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

  Accetto i cookies da questo sito.
Apri la finestra delle informazioni dei cookies